ITA ENG FR
 
 
 
 
Dal 1958 nella factory Paton vengono progettate e realizzate motociclette da corsa con competenza, passione, serietà e l’obiettivo ben chiaro di fornire al pilota una moto prestazionale e maneggevole, dal carattere romantico che solo una realtà artigianale può trasmettere.

Paton, fondata da Giuseppe Pattoni, fin dagli esordi ha ricoperto un ruolo primario nelle competizioni e nel Motomondiale grazie alla famiglia Pattoni ed ai grandi piloti che l’hanno accompagnata nella sua storia come Mike Hailwood, Virginio Ferrari, Angelo Bergamonti, Lucio Pedercini, tra gli altri.

Esclusività, cura nel dettaglio, eccellenza made in Italy e avanguardia tecnologica sono solo alcune delle caratteristiche contenute nel DNA di ogni Paton, dalle versioni racing alle moto omologate per uso stradale.

A fine 2016 Paton è stata acquisita da SC-Project, azienda leader della produzione di impianti di scarico per motociclette, ed i nuovi titolari Stefano Lavazza e Marco De Rossi, insieme allo storico Team Paton, di cui fa parte Roberto, figlio di Giuseppe Pattoni, hanno avviato una serie di importanti investimenti per riportare Paton al mondo delle corse.

Il 2017 vedrà una versione rinnovata della Paton in gara per il TT con la conferma di Bonetti e l’arrivo dell’esperto Rutter. Il Team si presenterà in veste ufficiale con un bilico MotoGP e la struttura al completo per puntare dritto alla vittoria.

Il progetto affascinante e ambizioso di De Rossi e Lavazza è di riportare Paton a correre il Motomondiale e, con il supporto del Reparto Corse Paton, il sogno è di schierare già nel 2018 una Paton sulla griglia del Campionato del Mondo della Moto2.

Sfida che rappresenta il ritorno ai Gran Premi su pista nei circuiti di tutto il Mondo, frequentati fin dagli inizi dal Reparto Corse Paton con la passione e l’eccellenza che caratterizzano il marchio italiano da sempre.